+39 0963 374061 •
  Home -  Blog  -  CalabriaGo

Una vacanza in Calabria per tuffarti nel cuore della Magna Grecia

Posted on CalabriaGo

Img tempio-greco

 

Una vacanza in Calabria non è solo mare, spiagge e relax, ma ti permette di immergerti nella cultura di questa splendida terra la cui storia millenaria ha visto un avvicendarsi di popoli provenienti da un po’ tutto il bacino del Mediterraneo che hanno considerato questa regione un territorio da conquistare. Sin dal Paleolitico, infatti, si sono alternati nel corso dei secoli Aschenazi, Ausoni, Enotri ( Itali, Morgeti, Siculi), Lucani, Bruzi, Greci, Romani, Bizantini, Normanni, Angioini ed Aragonesi che hanno arricchito la storia della Calabria Numerosissime sono le evidenze storiche raccolte in siti, aree e musei archeologici sparsi un po’ in tutta la regione che attestano la presenza dei diversi insediamenti comunque non precedenti al IX secolo a. C.; infatti le testimonianze archeologiche più antiche sono quelle ritrovate nei centri abitati degli Enotri, risalenti all’epoca del Ferro e che sono custodite nelle aree archeologiche di Castiglione Di Paludi e di Francavilla Marittima.

La maggior parte dei reperti archeologici della Calabria risale alle primissime colonie della Magna Grecia.

Con l’espressione Magna Grecia si fa riferimento alla potenza, la ricchezza e lo splendore etno-culturale che raggiunse tutto l’insieme delle colonie che si svilupparono in seguito all’arrivo in Calabria nell’VIII secolo a. C. di genti provenienti dalla Socrade, dalla Calcidia e dall’Acaia che scelsero le coste Orientali della regione come luogo ideale in cui insediarsi, dando origine alle prime colonie greche; ad esse ne seguirono altre e poi ancora altre. Queste genti, infatti, avevano l’obiettivo di ampliare le loro conquiste e generare sempre più colonie per espandere i territori occupati, dando vita così al lungo processo di ellenizzazione in Calabria che si radicò per sempre nella cultura della regione. Il processo di contaminazione culturale perdurò diversi secoli ,generando una cultura che si rendeva lentamente sempre più indipendente dalla natia Grecia Classica e che prendeva connotazioni autonome, gettando le basi di quella che sarà l’attuale tradizione artistica e culturale della Calabria che in quel periodo visse uno dei momenti di massimo splendore. Fu proprio la potenza e l’alto livello raggiunto in vari campi, dall’arte alla filosofia, che rese queste colonie di gran lunga superiori alle poleis della madrepatria tanto da meritare l’appellativo di Magna Grecia.

Tra le più importanti colonie Crotone, Locri e Sibari, quest’ultima per altro una delle mete predilette dai turisti per la sua bellissima Marina e la capillare presenza di case vacanza, soluzione sempre più preferita per le vacanze in Calabria. Questi tre centri erano tra quelli più potenti e sarà proprio qui che in seguito i Romani edificarono le propri colonie.

Preziose evidenze archeologiche delle colonie della Magna Grecia si trovano nei parchi archeologici di Locri, Capo Colonna, Roccelletta di Borgia e Sibari, nella cui profondità sono stati rinvenuti i resti dell’antica Sybaris fondata dagli Achei e attualmente unico sito in tutto il Mediterraneo in cui si possono trovare testimonianze di tre diverse epoche storiche; all’interno dell’area archeologica di Francavilla Marittima è situata la colonia greca di Koulon e vi si possono ammirare i resti di un tempio dorico mentre l’antica Coulonia è stata individuata nell’area tra Punta Stilo e Monasterace Marina dove sono stati rinvenuti i resti di un tempio dorico del V secolo a. C. eretto probabilmente in onore di Apollo Khatarsios

Are you an owner? Post on CalabiaGo!

Let’s publish your structure spending only 2 Euros per month!