+39 0963 374061 •
  Home -  Blog  -  CalabriaGo

Natuzza Evolo: la mamma mistica di Paravati

Pubblicato in CalabriaGo

Img natuzza-evolo-11


Tropea è considerata la più bella località della Costa degli Dei per le vacanze estive in Calabria, rinominata "perla del Tirreno" e centro di attrattiva turistica con un mare incantevole. Il centro storico è sempre popolato di tanti turisti, spettacoli, eventi, artisti di strada, sagre e appuntamenti che ravvivano i giorni e le serate di relax estive.
Non manca nulla per una vacanza completa con luoghi d'interesse culturale e religioso a Tropea  e nei dintorni.
Alla fine del corso della città di mare si trova infatti un famosissimo "affaccio", una balconata dalla quale si ammira non solo un panorama che spazia su tutto il golfo di Sant'Eufemia Lamezia, ma soprattutto sulla Chiesa di Santa Maria dell'Isola. Qui si trova un santuario di monaci benedettini che arrivarono nel tardo Medioevo per trovare un eremo dove dedicarsi alla preghiera.
La chiesa si trova sulla sommità di una penisola ed è raggiungibile dopo aver percorso circa 300 gradini scavati nella roccia. Davanti c'è il piazzale con le panchine ed è molto richiesta per la celebrazione dei matrimoni, vista la cornice di una bellezza senza tempo. Alle spalle del santuario c'è la macchia mediterranea, tipica delle coste calabresi che forma un'oasi di verde molto suggestiva.
La Chiesta di Santa Maria dell'Isola a Tropea è uno dei luoghi da poter visitare in una vacanza dedicata anche alla conoscenza della religiosità e della devozione popolare che caratterizza questi luoghi.
Nel centro storico della cittadina c'è la con-cattedrale della Diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea dedicata a Maria Santissima di Romania. E' una costruzione molto antica, risale al XI secolo, a opera dei normanni. La sua intitolazione è dovuta alla presenza di un'icona della patrona della città e databile intorno al 1200. Fu più volte rimaneggiata sia nella lunghezza (si aggiunsero 12 metri) che nello stile, quello barocco. Il materiale di cui è costituita è il tufo, in quanto la zona ne è ricca e la pietra lavica. I terremoti molto forti che si sono succeduti nei secoli e in particolare nel 1638, nel 1783 e nel 1905 hanno provocato seri danni ogni volta riparati.
Oggi è una delle chiese più belle del comprensorio vibonese e recenti scavi nel piazzale antistante hanno riportato alla luce una necropoli paleocristiana.
L'interno della basilica ha uno stile molto essenziale, con il tetto a capriate e un'abside concava che finisce a ogiva. Le colonne ai lati segnano la presenza di 3 navate e un fianco della chiesa è delimitato da una costruzione attigua che lascia comunque intravedere il maestoso campanile.

La vita di Natuzza Evolo 

Paravati è un piccolo centro della provincia di Vibo Valentia a circa 30 km da Tropea dove ha vissuto la mistica Natuzza (diminutivo di Fortunata) Evolo, scomparsa il 1° novembre del 2009 all'età di 85 anni.
La sua vita è stata un continuo susseguirsi di manifestazioni eccezionali,che testimoniavano come questa donna rivivesse durante la Settimana Santa la passione di Cristo e avesse dei doni assai particolari come la bilocazione, le essudazioni di sangue che scrivevano dei messaggi sui panni o le garze poggiate sulle ferite, la capacità di parlare con le anime dei morti e quella di comprendere e parlare altre lingue nonostante lei fosse completamente analfabeta.
Moltissime sono le testimonianze di chi l'ha conosciuta o incontrata, migliaia di persone, dai personaggi più noti alla gente comune, che ogni giorno facevano file lunghissime davanti alla sua modesta casa di Paravati. Era una donna semplice che si è sempre definitiva un "verme di terra" e che sul suo corpo e nella sua vita vedeva l'intervento di Dio, ma senza che sapesse spiegarsi il motivo o il modo.
In una famosa intervista rilasciata all'antropologo ed etnologo Luigi Maria Lombardi Satriani spiegò quello che viveva in modo candido, parlando di un'esperienza per lei stessa fuori dal normale, ma che aveva accettato per la salvezza del mondo dai peccati.
Il sogno di Natuzza di avere un santuario dedicato alla Madonna è diventato realtà con le donazioni dei fedeli e la sua tomba si trova oggi presso la chiesa del Cuore Immacolato di Maria Rifugio delle Anime a Paravati.

Sei un proprietario? Pubblica su CalabriaGo!

Pubblica la tua struttura a soli 2 euro al mese!