+39 0963 374061 •
  Home -  Blog  -  CalabriaGo

Le vacanze a ''Praia a Mare''

Pubblicato in CalabriaGo

Img praia a mare

Praia a Mare si trova in provincia di Cosenza, sulla costa tirrenica settentrionale. Si divide tra la zona superiore con il borgo antico e quella della spiaggia, tra le più rinomate della regione.

La spiaggia di Praia a Mare

Praia a Mare si trova nella pittoresca Riviera dei Cedri, che si sviluppa lungo la fascia tirrenica calabrese da Tortora a Paola, comprendendo anche la zona dei Monti dell'Orsomarso, che fanno parte del Parco Nazionale del Pollino. Il nome è evidentemente dovuto alla coltivazione di questo frutto, che spande il suo profumo in ogni dove, particolarmente nel periodo della fioritura.
La spiaggia di Praia a Mare si presenta come una lunga distesa di sabbia scura, probabilmente di origine vulcanica.
Al visitatore riserva non solo acque limpide, ma anche la vista dell'affascinante Isola di Dino, quella della Torre di Fiuzzi e delle suggestive falesie.
Il mare di questa parte di Calabria è tra i più belli e puliti della costa tirrenica e riserva molte sorprese non solo paesaggistiche, ma anche per la ricchezza dei fondali.
Sono molti i sub che si dedicano alle immersioni osservando la zona intorno all'isola di Dino, che sorprende anche per alcune grotte sotterranee, come quella del Gargiulo.
La spiaggia è attrezzata con diversi stabilimenti balneari provvisti di tutti i comfort, tra cui bar, ristoranti, sdraio, ombrelloni, un campo di beach volley, parco giochi, gazebo e aree relax.
Proprio di fronte all'Isola di Dino la spiaggia si presenta con acque che non sono subito profonde, quindi adatte anche a famiglie con bambini. In questo tratto non ci sono scogli mentre, passando alla spiaggia sotto la torre, la sabbia si fa ancora più scura e luccicante, favorendo anche l'abbronzatura.


La Torre di Fiuzzi

La Torre a pianta quadrata di Praia Mare si presenta come un bastione fortificato a pianta quadrata, alla quale oggi si accede attraverso una scalinata in muratura costruita in tempi recenti. In passato le coste del sud erano spesso assaltate dai Saraceni e la torre costiera era l'unico modo per prepararsi agli attacchi.
La stessa torre è alta 12 m e fu fatta costruire dal viceré spagnolo Carlo V nel '500 su un promontorio alto 15.
Il sistema difensivo costiero era ben organizzato, in quanto comunicava con un'altra torre presente sulla parte ovest della prospiciente Isola di Dino e con la Torre Crawford di San Nicola Arcella, a pochi km in linea d'aria.
Oggi è il simbolo di Praia a Mare, ammirata da turisti e visitatori che ne apprezzano anche il buono stato di conservazione.


L'Isola di Dino e le sue grotte

L'Isola di Dino è la più grande per estensione della Calabria e raggiunge un altitudine di circa 100 m. Vista dalla spiaggia ci si rende subito conto del suo potenziale paesaggistico, in quanto è ricoperta dalla vegetazione. Tra sue piante vanta anche rari esemplari di palma nana e di primule selvatiche e non di rado qui si possono osservare alcuni rapaci che hanno trovato l'habitat naturale per nidificare.
L'isola non è molto distante dalla spiaggia e si potrebbe raggiungere anche a nuoto, come molti fanno. In alternativa si può arrivare con una piccola imbarcazione, avventurarsi nella sua visita molto appassionante. C'è una strada costruita nei decenni passati che arriva fino alla sommità, da cui si ammira un panorama spettacolare. L'isola è comunque disabitata, anche se d'estate si organizzano delle escursioni guidate. Ci fu un tentativo negli anni '70 di valorizzazione turistica, comunque fallito, che ha lasciato delle caratteristiche costruzioni coniche bianche, che si distinguono tra il verde degli alberi.
L'Isola di Dino è famosa anche per sue grotte naturali, la più bella delle quali è quella Azzurra, per i riflessi che il mare riesce a creare al suo interno.
La grotta del Leone è così chiamata perché una roccia prende le sembianze di questo animale accovacciato e lo stesso avviene nella grotta del Monaco. C'è poi quella delle sardine, dove abbondano questi pesci e quella delle Cascate. All'interno di questa grotta si ascolta l'acqua scrosciante che scende al mare e che ha creato un ambiente di stalattiti e stalagmiti molto suggestivo. Altre grotte sono parzialmente o completamente sommerse, e si possono visitare con le guide subacquee.


La Madonna della Grotta

Tra i luoghi da visitare nel borgo durante le vacanze a Praia a Mare, non può mancare una visita alla Madonna della Grotta, che si trova in una enorme cavità naturale, alla quale si accede attraverso una lunga e ripida scalinata. Il culto risale al '300 ed è dovuto al ritrovamento di una statua lignea, poi rubata nel 1979 e sostituita. La campana della chiesa fu recuperata da un piroscafo affondato dagli inglesi davanti alla costa nel '800.

Sei un proprietario? Pubblica su CalabriaGo!

Pubblica la tua struttura a soli 2 euro al mese!