+39 0963 374061 •
  Home -  Blog  -  CalabriaGo

Dalla Costa Degli Dei in partenza per le tue escursioni alle Isole Eolie

Pubblicato in CalabriaGo

Img isole_eolie

La primavera è arrivata e in Calabria già preannuncia una calda estate…  Se anche per te è Tropea la meta preferita delle tue vacanze estive e sei un appassionato di viaggi e gite fuori porta, non perdere l’occasione di organizzare una minicrociera alle Isole Eolie, l’incantevole arcipelago del Tirreno meridionale.

Dal porto di  Tropea , infatti, così come dal porto di Vibo Marina, dalla spiaggia di Grotticelle e da Nicotera Marina,  ogni giorno si effettuano partenze di minicrociere della durata di 1 giorno verso l’arcipelago Eoliano, organizzate da diverse compagnie di navigazione    che propongono visite culturali con la presenza di guide, escursioni in barca intorno alla costa, gite turistiche sia di giorno che in tarda serata alla scoperta delle sette perle del Mediterraneo così come sono state denominate per la loro bellezza le isole che compongono l’arcipelago  a nord della  Sicilia, che si dispiegano a forma di Y su 90 km di costa ( in realtà le isole sono 10, ma 3 non sono abitate). Le manifestazioni vulcaniche a cui oggi assistiamo come le sorgenti sottomarine di acqua calda e i preziosi fanghi termali ci informano della natura vulcanica di tutte le isole, alcune delle quali  hanno origini molto antiche , come Alicudi e Filicudi che hanno circa 1 milione di anni, mentre le più giovani si sono originate “solo” centomila anni fa e sono  Vulcano, in cui piacevolissimo è un bagno nel laghetto di fanghi caldi, e Stromboli, unica per il suggestivo spettacolo che offre: al tramonto, infatti, si può ammirare la fiamma del vulcano; Panarea è la più piccola e meta gettonata soprattutto dai più giovani per la movida che propone; la più grande è Lipari, soprannominata “montagna bianca’’ perché formata dalla pomice; Salina è nota per essere stata scelta da Troisi per il suo celebre film “Il Postino’’ ed è un importante produttore di capperi e Malvasia, o meglio, il nettare degli dei.

Tutte queste meraviglie naturali meritano sicuramente di essere esplorate in escursione alle Eolie  per il loro straordinario fascino: assolutamente da non perdere sono gli scorci paesaggistici, le grotte, le colate laviche e i crateri che hanno alternato nel corso dei millenni momenti di attività a momenti di riposo. Proprio per queste caratteristiche vulcanologiche l’arcipelago è stato proclamato dall’Unesco patrimonio dell’umanità. Testimonianza di archeologia vulcanologica alle Eolie, oltre che subacquea,  sono custodite nel museo archeologico, nei palazzi della Cittadella, insieme a reperti risalenti alla preistoria, come  maschere teatrali, oggetti in ceramica, anfore ecc… La storia dell’arcipelago, infatti, affonda le sue radici nella notte dei tempi; la mitologia greca vuole che il nome di Isole Eolie risalga a Eolo, dio dei venti che approdò  a Lipari, e diede alle isole il suo nome: qui, infatti, il dio divenne molto importante per gli isolani, che lo consultavano per farsi predire le condizioni del tempo , informazioni indispensabili per le loro attività di pesca e caccia; Eolo riusciva  a prevederle interpretando la direzione delle nubi che fuoriuscivano dallo Stromboli. Proprio a Lipari si insediarono, nel quarto millennio a. C. i primi abitanti dell’arcipelago per sfruttare la presenza della pietra ossidiana, risorsa molto preziosa a quei tempi.

Sei un proprietario? Pubblica su CalabriaGo!

Pubblica la tua struttura a soli 2 euro al mese!